log in

Blog

... o VICEVERSA

  • Letto 343 volte
VICEVERSA
... poi li incontri di nuovo, e chi ti dice:
"son passato a salutare, che ora vado a Modena a studiare all'ITS"
"prof. ma si ricorda com'ero, mi riconosce ancora?"
"ho messo la testa a posto, sa?"
"ora lavoro da Amazon, mi piace. E' stata la mia ragazza a farmi crescere, ci tenevo troppo a lei"
"ciao prof :)))" mentre per strada tiene per mano i bimbi dell'asilo in cui lavora
"ma si rende conto? sto studiando !!! lei sa cosa voglio dire vero?" (sì lo so cosa vuoi dire ?)
"prof. ma noi eravamo come loro?" indicando i primini
"l'Erasmus mi ha aperto gli orizzonti (quello che si fa alle superiori, all'OLIVETTI, per inciso) e ho amici che sono andati a lavorare alla Bugatti in Croazia"
o semplicemente "buongiorno prof." col sorriso, dall'altra parte della strada.
Potrei continuare per molto, che son tanti ormai gli anni che insegno. Ma niente, io mi commuovo.
E penso che se poi le cose vanno storte non è colpa loro, delle nuove generazioni, ma del mondo che facciamo loro trovare.
O viceversa.
Perciò... MEGLIO VICEVERSA ?
Altro in questa categoria: « La coperta è corta Usa e getta »

Log in or create an account

fb iconLog in with Facebook