log in

Blog

Ecosoffi: istruzioni per l'uso

  • Letto 3951 volte

L'idea di questo sito nasce dall'esperienza quotidiana vissuta fra i banchi di scuola. Esperienza densa di spunti, stimoli, relazioni che corrono veloci da un'ora all'altra, di classe in classe. Fili di un tessuto dall'ordito incerto, che meriterebbe più tempo e cura perchè la trama si sviluppi.

E così le pagine web diventano un quaderno su cui appunti, idee, riflessioni ed approfondimenti trovano il tempo e i modi per maturare, insaporirsi come un buon risotto lasciato a mantecare.

Sono un insegnante di scienze: perchè l'ambiente, l'economia e la società come linee guida? Viviamo in un mondo complesso, da sempre, ma oggi ancor di più per il moltiplicarsi esponenziale di informazioni e relazioni, per la facilità con cui è possibile far viaggiare merci e risorse, per l'intensità con cui tali risorse sono utilizzate e trasformate in beni di consumo. La complessità richiede un approccio nuovo ai problemi, non più lineare di tipo causa/effetto bensì attento ai processi, non alla ricerca di soluzioni definitive ma allo studio degli scenari attuali per comprenderne a fondo i meccanismi che li generano. E' un approccio di tipo ecologico, ovvero centrato sulle relazioni fra i componenti del Sistema Terra, che questo è oggi il significato attribuito al termine ecologia.

Tutte le cose sono legate come i membri di una famiglia sono legati da un medesimo sangue. Tutte le cose sono legate. Tutto ciò che accade alla terra accade anche ai figli. Non è l'uomo che ha tessuto la trama della vita: egli ne è soltanto un filo. Tutto ciò che egli fa alla trama lo fa a se stesso (capo indiano Seattle, 1854).

L'ambiente è il grande sistema in cui tutta la storia del Pianeta si svolge, società ed economia non sono che due suoi sottosistemi che invece tendiamo a considerare come indipendenti e svincolati dalle leggi fisiche che governano l'intero universo. Insegnare scienze significa a mio parere tentare di ricondurre all'unità questi pensieri separati, nell'ottica di una rivoluzione ben più che culturale.

Altro in questa categoria: « Professore: lei inquina? A volte... »

Log in or create an account

fb iconLog in with Facebook